Come possono aiutarci concretamente gli esercizi bioenergetici nella nostra vita?

L’organismo vivente si esprime piú chiaramente con il movimento che non con le parole. Ma non solo col movimento! Nelle pose, nelle posizioni e nell’atteggiamento che assume, in ogni gesto, l’organismo parla un linguaggio che anticipa e trascende l’espressione verbale. (A. Lowen – “Il linguaggio del corpo” – 1978)

Gli esercizi bioenergetici di radicamento ad esempio ci aiutano a fortificare il nostro Sé più profondo, a sentire più stima di noi, a rimanere saldi soprattutto nelle situazioni emotive più difficili, in cui si ha quasi la sensazione di essere portati via da un vento forte che arriva inaspettato; sentirsi sulle proprie gambe a livello corporeo ha una risonanza anche a livello emotivo e mentale, ci aiuta a stare in quello che viviamo nel presente, ad accettarlo, ad accoglierlo ma senza avere la sensazione di subire la situazione.

Gli esercizi espressivi detti anche di “scarica” servono non solo per sciogliere le tensioni psico-fisiche ma anche per esprimere con il corpo, la voce , il movimento quelle situazioni che a volte viviamo in cui dentro di noi sentiamo una voce che dice “ora basta”, “ora questa cosa non la voglio più”, oppure al contrario servono per esprimere “un bisogno”, “un desiderio” che vogliamo, che ci meritiamo e lo sentiamo nella pancia come un nostro diritto. Gli esercizi espressivi ci aiutano a consolidare la stima profonda di Noi, ad affermarci rispettando l’altro.

Tutti gli esercizi attivano il respiro che ci fa sentire che siamo vivi e presenti a noi stessi, ai nostri bisogni , a sentire che ci siamo e siamo consapevoli dei nostri reali e veri bisogni, a sentire un energia dentro di noi che scorre e fluisce e ci consente di affermarci e di realizzare i nostri propositi.

In tutti gli esercizi e le esperienze individuali, di coppia e di gruppo è il corpo che parla ed è quello che sentiamo che ci porta alla scoperta di chi siamo veramente.

Bioenergetica: scelta di vita.

In questa intervista di 14 minuti condotta dall’amico e collega Andrea Avosani, formatore e coach, spiego brevemente che cosa è la Bioenergetica, i suoi benefici e il mio percorso formativo che mi ha portato ad occuparmene come professione che svolgo con grande passione e gratitudine. Una disciplina che propongo a privati e che ho avuto modo di proporre anche nelle aziende per affrontare lo stress lavorativo e in generale per migliorare il clima aziendale.

Se vuoi saperne di più sulla pratica puoi leggere tutto a questo link!

Riparto da me – dal 26 febbraio all’11 giugno 2022

Ora riparto da me stesso cammino e guardo tutto lascio indietro qualche sasso e mi diverto innanzitutto….la vita è strepitosa! (A. Di Salvatore)

Ciclo di incontri per risvegliare le proprie risorse innate per poter ripartire da sè stessi e tendere alla stabilità e al benessere personale.

  • Cinque appuntamenti, uno al mese, di sabato, a partire dal 26 febbraio 2022, dalle ore 15 alle 18, presso lo Spazio Natura dell’Essere ad Olgiate C.sco. Le date successive saranno il: 26/03, 09/04, 07/05 e 11/06.
  • Il percorso proposto è un’alternanza di laboratori esperienziali corporei (bioenergetica) ed artistico – creativi, aiutandoci con il gioco, la scrittura, il disegno, la musica e condivisione dei vissuti.
  • ogni incontro si svilupperà in tre fasi: a) accoglienza; b) laboratorio corporeo; c) laboratorio artistico – creativo.

PER INFORMAZIONI e COSTI

Il 26 di febbraio esploreremo come l’energia del “gioco” può sostenere il nostro benessere.

DATE Successive giorno: 26/03, 09/04, 07/05 e 11/06.

Abbigliamento comodo – posti limitati

Per tutte le altre informazioni scrivere una mail a scrivi@fabriziafinotto.it oppure chiama il 3473049695.

FONTE: foto https://it.freepik.com/

Bioenergetica ‘A Monte ed. 2021 17/19 dicembre 2021

Bioenergetica ‘A Monte ed. 2021 – 17/19 dicembre 2021 – è un weekend di benessere definito olistico perché il partecipante sarà accompagnato attraverso un percorso empatico, accogliente, non direttivo e in un contesto protetto ad esplorare nella sua globalità “di persona” ovvero di corpo, mente ed emozioni il tema della Flessibilità.

Osho diceva: “Non creare idee assolute, rimani flessibile. E ricorda: una cosa può essere buona per te oggi e non esserlo più domani, perché la vita continua a cambiare….”.

Fare l’esperienza della Flessibilità attraverso il corpo permette di liberarsi dalla rigidità della mente e dalle tensioni psico-fisiche che ostacolano la capacità di fluire e vivere la vita con naturalezza, di essere capaci di passare da una prospettiva all’altra e di ampliare la visione, lanciare lo sguardo oltre all’ostacolo,  di imparare ad essere tolleranti e non giudicanti al cambiamento, di accogliere le nuove situazioni ed esperienze sentendo la fiducia nel profondo di sé , quella vera , autentica, e a lasciarsi “fluire” nella vita che non vuol dire subire gli eventi o accoglierli passivamente ma agire con consapevolezza. Essere flessibili oggigiorno, più che mai, è una risorsa importante e una opportunità per il proprio benessere quotidiano.

L’esperienza si svolge in gruppo, in un clima accogliente, rispettoso e non giudicante in cui ciascuno si sentirà libero di esprimersi e di essere finalmente sé stesso.

Gli strumenti utilizzati saranno la pratica Bioenergetica, la pratica meditativa e laboratori artistico creativi.

DI SEGUITO IL PROGRAMMA

Pagine: 1 2

Pillole di Benessere_2021 2° ciclo

“Ogni cosa che puoi immaginare, la natura l’ha già creata”

(Albert Einstein)

Siamo felici di ripartire Lunedi 13 settembre alle ore 21,00 con un nuovo ciclo di incontri per promuovere la conoscenza delle discipline naturali e della relazione d’aiuto, validi coadiuvanti del benessere psico-fisico: per star meglio con sé stessi, con gli altri e vivere più felici.

Pillole di benessere_2021 2° ciclo
Calendario 2° ciclo incontri

Il primo incontro on line di Pillole di Benessere 2021 2° ciclo sarà dedicato a :”Le piante e i rimedi di sostegno per l’autunno”.

Da sempre l’uomo ha utilizzato erbe e aromi con proprietà benefiche per sostenere il proprio Benessere. Le varie tradizioni erboristiche hanno classificato questi rimedi naturali in piante officinali e piante aromatiche.

In questo incontro parleremo delle piante che ci possono aiutare al passaggio dalla stagione estiva a quella autunnale che ci chiede di purificarci prima e rinforzare le difese immunitarie dopo e affrontare cosi con pù serenità l’autunno e l’inverno preservandoci dai malanni autunnali ed invernali con i doni della natura.

Per partecipare all’incontro e allo scopo di anticipare la propria presenza invia una mail a scrivi@fabriziafinotto.it.

Impara l’autocontenimento

L’unica persona che si può ritenere istruita è quella che ha imparato come si fa ad imparare – e a cambiare. – Carl Rogers

Nella pratica Bioenergetica potrebbe accadere che si mettano in atto manovre di contrazione muscolare proprio per proteggersi dall’emergere di alcune emozioni, Ma non è così.

In primo luogo perché, spesso, si tratta di contrazioni croniche, la cui origine risale alla prima infanzia: è dunque molto probabile che, ora, da individui adulti, le persone siano in grado di accettare e integrare emozioni che il loro Io bambino non era in grado sostenere.

Leggi tutto

Impara a possederti

Essere in contatto col proprio corpo un principio guida dell’analisi e della pratica bioenergetica.

La persona che non si trova in contatto con il proprio corpo proietta i propri problemi addosso agli altri o ne ricerca la soluzione in un cambiamento radicale della società. Più una persona è emozionalmente disturbata, più è lontana dal contatto con il proprio corpo.

Il fine dell’analisi bioenergetica e della relativa pratica è quello di riportare la persona in contatto con le relazioni fondamentali della propria esistenza: quella con l’ambiente in cui vive e quella col terreno su cui si regge.

Leggi tutto

Pratica Bioenergetica

Ciao, in questo video spiego le origini della Bioenergetica da Freud, W. Reich e Alexander Lowen e i risultati che può dare la Pratica Bioenergetica per il Tuo Benessere. In fondo c’è una sorpresa e lascio a Te scoprirlo. Ti Auguro un Buon ascolto.

Bioenergetica ‘A Mare ed. 2020 25/27 settembre 2020

 “Se vuoi qualcosa che non hai mai avuto, devi fare qualcosa che non hai mai fatto.” – T. Jefferson. 

L’occasione è in Bioenergetica A’ Mare 2020 dove farai un viaggio per osservare il disagio, cosa non funziona, risvegliare energie interiori e poter  avviare il cambiamento: dai potere alla Tua trasformazione.

25-27 settembre 2020 – Monterosso al Mare

link https://facebook.com/events/s/bioenergetica-amare-edizione-2/330285544767485/?ti=icl   

La rabbia

Ogni muscolo cronicamente teso è un muscolo arrabbiato, dato che la rabbia è la reazione naturale alla restrizione coatta e alla perdita della libertà” (Lowen 1994,16).

La rabbia quindi, per Lowen nasce come risultato della restrizione alla nostra spontaneità, restrizione che facciamo per sopravvivere alle minacce che percepiamo provenire dal mondo esterno. La repressione della rabbia sfocia nella repressione dell’amore: infatti reprimere i sentimenti è un processo mortificante che indebolisce la pulsazione interna del corpo, la sua vitalità e la sua eccitazione. Se si reprime un sentimento, si reprimono, in qualche misura, anche tutti gli altri.

Cos’è la rabbia in bioenergetica

Lowen considera la rabbia nella sua qualità di risposta organismica alle frustrazioni che riceviamo dall’ambiente. La sua posizione è una estensione della posizione reichiana che riteneva che lo sviluppo della nevrosi fosse direttamente collegato al blocco, nel bambino, della sua capacità di esprimere rabbia quando qualcosa minaccia l’integrità della personalità.

Leggi tutto

Copyright © 2019 Fabrizia Finotto • Counselor AssoCounseling, livello Professional Counselor, iscr. n. REG-A2326-2019 - P.Iva : 03867310132