Cosa significa utilizzare i “Rimedi Naturali”

Cosa significa utilizzare i “Rimedi Naturali”

“..al cuore di ognuno di noi, nonostante le nostre imperfezioni , esiste un silenzioso impulso, un complesso di forme e di risonanze ondulatorie, che è assolutamente  unico e individuale, e che tuttavia ci collega a ogni altra cosa nell’universo. Entrare in contatto con questo impulso può trasformare la nostra esperienza personale e alterare in qualche modo il mondo che ci circonda.”

George Leonard

L’utilizzo dei rimedi naturali non deve essere sottovalutato poiché al loro interno troviamo sempre una formulazione chimica che non può essere sempre innocua o non priva di rischio.

Al contrario, sarà banale ricordare che questa “chimica naturale” confrontata con quella contenuta nei farmaci allopatici non ha un effetto istantaneo e cosi mirato al sintomo, ma agisce su tutta l’unità psicofisica della persona, in un tempo più lungo.

Questa capacità di entrare in armonia con l’individuo è data dalla vibrazione e dalla risonanza.

L’individuo con i suoi pensieri, tessuti, organi, ricordi ed emozioni è un tutt’uno in movimento che, cosi come la materia tutta, genera vibrazioni (ad esempio di un’onda sonora o di una particella in movimento) ed è a contatto con altre vibrazioni.

Esperimenti[1] dimostrano che il suono “influenza” la materia generando disegni simili alle forme che troviamo in natura come la pupilla dell’occhio, cellule umane, galassie o fiori.

In molte religioni si afferma che il mondo manifesto sia stato creato dalla voce di dio, ad esempio “OM: un mondo intero è questa sillaba!…Per questo motivo, Brama è il tutto”[2] oppure “In principio era il verbo, e il Verbo era presso Dio, e il Verbo era Dio”[3]. Tutte queste vibrazioni si influenzano a vicenda.

Noi tutti ci influenziamo, condizioniamo il nostro corpo e la nostra mente tramite le alte vibrazioni che portiamo al nostro interno. L’uso delle vibrazioni può essere amplificata quando ci si trova di fronte a due onde che vibrano ad una frequenza simile e/o particolare: questa amplificazione è chiamata risonanza.

L’unione di queste due onde genera una combinazione che ha una stessa frequenza ma una maggiore ampiezza, quindi maggiore amplificazione cioè potenza.

Talmente potente è questa forza che un’unica onda scatena in una sorgente a riposo una vibrazione. Possiamo parlare quindi di un potere comunicativo.

In questo caso essere in risonanza con una “metodica naturale” significa quindi beneficiare di una informazione non solo utile da un punto di vista sintomatico ma anche ad un livello interno più profondo e sottile.

Utilizzare le varie metodiche naturali significa, in definitiva, entrare in risonanza con le forze benefiche della natura tutta, la cui intelligenza tende ad affermare la vita ed ad attivare le forze vitali dell’organismo umano anche nei momenti di maggior sofferenza e difficoltà.

Fonti

[1] Lo studio di questi fenomeni si chiama Cymatics ed è stato sviluppato da uno scienziato svizzero di nome Hans Jenny;

[2] Da “Mandukya Upanishad”;

[3] Da Vangelo di Giovanni  1,1.

Foto from Foto di Ryan Schram su Unsplash

Fabry

I commenti sono chiusi